Seleziona una pagina

2014

La vendemmia 2014 si è dimostrata difficilissima. Non tanto nella raccolta delle uve, momento in cui il sole ha iniziato a splendere in cielo dopo due mesi di piogge continue, quanto nelle fasi fenologiche che l’hanno preceduta. Luglio e agosto sono stati due mesi di elevatissima piovosità con umidità medie sempre molto alte. Questa situazione ha tenuto altrettanto elevata la pressione della peronospora che ci ha costretti a ripetuti trattamenti, fatti esclusivamente con poltiglia bordolese, solfato e idrossido di rame usati contemporaneamente dimostrandosi efficaci nel controllo del fungo (senza l’ausilio di nessun principio attivo chimico). Le piante sono state messe a dura prova da tre pesantissime grandinate (su tutti i nostri 3,5 ettari vitati), che hanno continuamente rallentato la naturale fisiologia della vite bloccando di continuo la maturazione dell’uva (resa difficile anche dalle temperature generalmente fredde per il periodo e dalla limitata presenza del sole). Abbiamo continuamente provveduto a spruzzare sulle foglie estratti di alga per ridare impulso all’attività delle viti, con buoni risultati. In più ci siamo serviti di frequente di Zeoliti ( il cui componente principale è l’ossido di silicio) capaci di aumentare la tolleranza agli stress climatici e la captazione della luce. Le continue ferite ai grappoli, causa le grandinate continue, con la presenza di elevate piovosità e umidità medie, hanno creato in prossimità della vendemmia terreno fertile alla presenza di marciume acido. Siamo intervenuti per tre volte consecutive con una miscela di batteri utili che sono stati capaci di colonizzare gli acini sani, ostacolando l’avanzamento del marcio e seccando quello in atto. Per tutti questi motivi siamo arrivati alla raccolta oltre che provati , con molti dubbi sul suo esito. Abbiamo raccolto il 35-40% del nostro potenziale raccolto, in una condizione di non perfetta maturità ma in condizioni seppur non perfette di comunque discreta sanità. E’ stata presa la decisione per quest’annata, di utilizzare le uve raccolte nel vigneto Cartizze unicamente per il Valdobbiadene prosecco brut nature, unico vino che è stato prodotto per la vendemmia 2014.

 

Valdobbiadene Prosecco superiore docg brut nature 2014 – Scheda Tecnica